02 lug 2015
luglio 2, 2015

Lo strumento per un buon riposo

facebookgoogle_plus

Il materasso, normalmente posto su una rete ancorata ad un letto, con un grande cuscino su cui dormire per recuperare le energie spese durante la giornata; deve avere determinate caratteristiche:
• adattarsi al corpo, sostenerlo in tutte le posizioni e conferire una sensazione di comodità e accoglienza al contatto
• traspirare e svolgere la funzione di assorbire e smaltire l’umidità del nostro corpo fatto all’ 80% di acqua
• proteggere dal freddo in inverno e limitare la sudorazione in estate creando un ideale microclima
• evitare il proliferare degli acari che sono la fonte primaria di allergie, riniti etc., mantenendo l’ambiente del riposo igienicamente integro
• garantire un sostegno calibrato in funzione al peso esercitato sul piano di riposo dal dormiente
• mantenere tutte le sue qualità nel tempo

La scelta del materasso
egoform materassiInnanzitutto, bisogna premettere che non esiste un materasso “universale” adatto a tutti, e che soddisfi contemporaneamente le esigenze di ogni singolo utente; molti sono infatti i fattori individuali, anche di carattere psicologico, che possono influenzare quella percezione di “ benessere ” che un materasso trasmette durante il riposo. Il peso, l’altezza, la postura che si tiene durante il sonno sono solo alcuni di questi fattori da tenere in seria considerazione nella scelta del giusto materasso. Scegliere il materasso “giusto” vuol dire scegliere un materasso che si adegui bene alla forma morfologica del corpo, che sostenga la colonna vertebrale nella sua conformazione naturale e reagisca in modo elastico alla pressione del peso corporeo . Un materasso eccessivamente duro spingerebbe il bacino e spalle verso l’alto causando l’inarcamento della spina dorsale. Viceversa un materasso eccessivamente soffice fletterebbe troppo nella zona lombare portando la spina dorsale fuori asse. Particolare attenzione va posta nella scelta del materasso matrimoniale dove le esigenze del partner potrebbero essere considerevolmente diverse, per peso, altezza o abitudini di postura assunta durante il riposo; la scelta va quindi orientata verso quei prodotti la cui struttura è in grado di reagire in maniera progressiva in funzione della pressione esercitata, mantenendo una giusta sensazione di contatto di accoglimento come le molle indipendenti, il materasso in memory, la schiuma di lattice e le schiume evolute. In alternativa si possono preferire due materassi singoli, oppure un materasso matrimoniale con all’interno le due piazze personalizzate, ognuno adeguato alle differenti esigenze e corporature.

Il sistema letto
Egoform reti -dogheIl materasso ricopre una funzione primaria per iniziare un buon riposo, ma per completarsi ha bisogno di interagire con un supporto adeguato, capace di lavorare insieme, flessibile, ergonomico e che garantisca una corretta areazione. Ideali sono le reti a doghe di faggio con telaio in acciaio o tutto legno; particolarmente indicate sono le reti con doghe di faggio di piccole dimensioni con i supporti a snodo basculanti capaci di assecondare in modo attivo anche alla minima pressione esercitata.

facebookgoogle_plusmail